METODI ALTERNATIVI PER PURIFICARE L’ACQUA CHE NON PURIFICA

Nel vasto mondo della depurazione delle acque , diversi metodi, chiamiamoli alternative, sono promossi a rendere più sano l’acqua per il consumo. Per questo usano una moltitudine di dispositivi sotto forma di tubi, bottiglie, scatole di metallo, magneti e un lungo ecc. di invenzioni.

Questi metodi sono apparsi all’ombra di diverse correnti, e di quel gruppo all’interno di quelle che chiamo terapie naturopatiche-alternative. In definitiva, queste terapie sfruttano la reale necessità di naturalizzare il nostro modo di   vivere adulterato , per offrirci vari metodi che presumibilmente ripristinano la salubrità dell’acqua che consumiamo.

Un’acqua mal trattata, e denaturata dai prodotti chimici aggiunti per la sua depurazione, dalle tubazioni e dai possibili contaminanti acquisiti che ne alterano la purezza. Eppure tutto questo più che giustifica la necessità di questa purificazione.

Innanzitutto vi dico che dopo anni di studio sull’elemento liquido, ci sono ragionevoli dubbi sulla conoscenza di cosa sia realmente l’acqua. Ci sono indicazioni e prove che l’acqua è più di H2O. Queste evidenze mi fanno pensare alla possibile efficacia di alcuni di questi metodi, di quella che chiamerò naturalizzazione dell’acqua , e solo all’interno di questo compito; naturalizzazione.

Comprendere per naturalizzazione di restituire all’acqua alcune presunte proprietà che l’acqua ha quando è libera in natura. Si dice che queste proprietà siano andate perdute, a causa della moltitudine di trattamenti fisici e chimici a cui è sottoposto, per considerarlo potabile.

Il motivo principale di questo articolo è distinguere che la naturalizzazione dell’acqua non può essere confusa con la purificazione. Di seguito spiegherò il motivo di questa grande differenza: quella che si può chiamare purificazione dell’acqua deve realmente aumentarne la purezza, rimuovendo o eliminando qualsiasi sostanza chimica o meno, che ne alteri la purezza. Su questa base, non possiamo chiamare purificazione, o pensare che aumentino la purezza dell’acqua, qualsiasi metodo che non rimuova i contaminanti dall’acqua.

Metodi tradizionali di purificazione dell’acqua

L’efficienza nella depurazione dell’acqua di impianti come quelli che distribuiamo in questa pagina è un dato indiscutibile. Questo senza entrare in valutazioni, perché c’è sempre chi più o meno purifica. Basano la loro efficacia su  molte sostanze innocue e supporti fisici, che rimuovono effettivamente i contaminanti dall’acqua.

E la cosa più importante è che questa efficacia è molto facilmente dimostrabile, con sistemi di misurazione alla portata di tutti. Inoltre, il nostro senso del gusto attesta quanto bene funzioni il depuratore d’acqua.

Metodi alternativi di purificazione o naturalizzazione dell’acqua.

Questi metodi  basano la loro efficacia su colori, vibrazioni, movimenti dell’acqua o qualsiasi altro tipo di tecnica che presumibilmente rende l’acqua più naturale e salutare. Con questo tipo di quello che possiamo chiamare trattamento, non viene rimosso alcun contaminante che potrebbe essere nell’acqua. Si crede solo che, restituendo l’acqua alle sue proprietà naturali perdute, essa annulli le possibili sostanze nocive che può contenere.

Come abbiamo detto nell’ultimo thread del paragrafo precedente, come facciamo a sapere se i metodi di naturalizzazione funzionano? La risposta a questa domanda parte dall’essere un po’ soggettiva, per la difficoltà di dimostrarne l’efficacia. Questa dimostrazione sembra essere disponibile solo per i laboratori con metodi di analisi molto complicati.

Come ho detto prima, penso (è la mia opinione) che l’acqua sia più di H2O. Non possiamo mai escludere o affermare l’azione che nessuna di queste terapie può esercitare sull’acqua. Ciò che è completamente chiaro è che non purificano l’acqua. Infine e per aumentare il dubbio sulla possibile mistica dell’acqua, mi riferisco alla saggezza popolare che dice: Qualcosa avrà l’acqua quando la benedirà.

L’unione sempre la migliore opzione

Se si decide di utilizzare una tecnica di naturalizzazione, la cosa più coerente è che prima eliminiamo possibili contaminanti. Le tecniche di purificazione e naturalizzazione devono essere  complementari. È sempre meglio naturalizzare prima l’acqua che è stata depurata.

Non si può pretendere, per una semplice questione di logica, che l’acqua naturalizzata da quel semplice fatto sia priva di contaminanti. Siamo molto liberi di scegliere come trattare l’acqua che andremo a consumare, e tale scelta deve sempre basarsi sia su certezze che su conoscenze, mai solo sulle nostre convinzioni.

In fondo, quando qualcuno ci parla dei poteri di un qualche tipo di naturalizzatore dell’acqua, e noi gli crediamo senza conoscere la realtà perché non possiamo verificarla, stiamo alimentando le nostre convinzioni.



Acquista l'infuso CLICCA QUI 😊👍
Apri Chat
Salve 👋, posso aiutarti? 🤗