COME ELIMINARE I VIRUS DELL’ACQUA POTABILE, SENZA UTILIZZARE PRODOTTI CHIMICI

Nelle dosi utilizzate per l’acqua potabile, il cloro ha dimostrato in numerose occasioni di non uccidere tutti i patogeni presenti nell’acqua. Ciò è particolarmente vero con i virus, che possono sfuggire all’azione del cloro.

In molte occasioni, i virus superano i controlli sanitari e i metodi di disinfezione utilizzati negli impianti di trattamento dell’acqua potabile. Questo caso si è verificato anche nelle acque in bottiglia. 

Per la totale eliminazione della carica virale dall’acqua con l’utilizzo del cloro sono necessarie alte concentrazioni di esso. Ciò lo rende irrealizzabile per l’applicazione che non occupa. Le elevate quantità di cloro necessarie renderebbero l’acqua una semplice dissoluzione del cloro, che trasforma l’acqua in una liscivia quasi debole.

Questo rende l’acqua imbevibile, con odore sgradevole e sapore di candeggina. Per non parlare del consumo sconsigliabile di questa alta concentrazione di qualcosa di tossico come il cloro. Solo in caso di estrema necessità, causata da qualche tipo di catastrofe naturale, è giustificato l’uso e il consumo di acqua ad alto contenuto di cloro come disinfettante.

Metodi classici per eliminare virus e batteri

Come quasi tutti sanno, basta portare l’acqua al punto di ebollizione e mantenerla per qualche minuto per eliminare praticamente tutti i microscopici esseri viventi che l’acqua può trasportare. Questo metodo, insieme alla distillazione o pastorizzazione dell’acqua, utilizza l’alta temperatura per distruggere i microrganismi che possono essere presenti nella nostra acqua potabile.

Diciamo che i metodi tradizionali non sono pratici da usare quotidianamente a causa della preparazione che richiedono, poiché l’acqua deve essere bollita e lasciata raffreddare per poterla consumare. Indipendentemente dal cattivo gusto che l’acqua di solito acquisisce in questo semplice processo.

Di seguito vi mostriamo i metodi rapidi ed efficaci, che disinfettano l’acqua quando lo richiediamo, e che in impianti come l’osmosi la purifica e la rende anche potabile.

Come rimuovere i virus dall’acqua potabile senza prodotti chimici

Esistono diversi metodi che, insieme o separatamente, eliminano qualsiasi forma di vita che può giungere a noi nell’acqua potabile. Successivamente ci occuperemo di quelli che a nostro avviso richiedono meno investimenti e sono alla portata di tutti. Entrambi i metodi hanno dimostrato una grande efficacia, che, come abbiamo detto, possono essere combinati per ottenere una maggiore efficacia.

Eliminazione dei virus dall’acqua con l’ultravioletto

Questo metodo, per la sua semplicità, è il più semplice da applicare e ha il minor costo di manutenzione dei due sistemi che vi mostriamo. Essendo un impianto che viene installato all’ingresso delle nostre case, è in grado di trattare tutta l’acqua che viene utilizzata al suo interno. Questi sistemi sono i più utilizzati dai nostri clienti, quando si tratta di disinfettare l’acqua dei propri pozzi o bacini idrici. Ecco perché quotidianamente dimostrano la loro efficacia in una moltitudine di strutture che li equipaggiano.

Il suo funzionamento si basa sul potere distruttivo esercitato dalla luce ultravioletta C sul DNA cellulare. Questa proprietà uccide o danneggia tutti i microrganismi che sono esposti all’ultravioletto C. La sua efficacia nel caso di specie è direttamente correlata all’assenza di particelle sospese. Quindi è un ottimo sistema per trattare l’acqua che arriva alle nostre case dalle reti di approvvigionamento. Acque spesso trattate in modo insufficiente.

Se vuoi saperne di più su questi sistemi, sul nostro sito puoi trovare molte informazioni.

Eliminazione di virus e microrganismi con osmosi inversa

Innanzitutto, chiarire che questo sistema può essere utilizzato solo per questo scopo, se l’acqua è già stata sottoposta a una precedente pulizia e disinfezione. O perché è acqua proveniente dalle reti pubbliche di approvvigionamento, o perché l’abbiamo preventivamente filtrata e trattata con il sistema precedente; ultravioletto C

L’osmosi inversa basa la sua efficacia sulla capacità di separare qualsiasi sostanza, o elemento che trasporta, dall’acqua, anche in soluzione. Questo avviene grazie a speciali membrane che possono essere attraversate solo da molecole d’acqua. Lavorando a livello di molecole, impedisce a qualsiasi elemento diverso dall’acqua stessa di passare attraverso la sua membrana, che è ciò che esegue questa separazione.

Come si può vedere da quanto sopra, i sistemi ad osmosi non disinfettano, ma impediscono solo agli inquinanti (biologici o chimici) di passare attraverso la loro membrana. Ecco perché l’acqua che ci forniscono sarà sempre purificata ad un livello molto alto, rimuovendo ogni tipo di contaminante. Riuscire a rendere potabile l’acqua che prima non era potabile perché contiene un qualche tipo di contaminante, sia chimico che batteriologico.

Nel caso di utilizzo di un impianto ad osmosi per tenere a bada i batteri, dobbiamo essere molto scrupolosi con la sua manutenzione e disinfezione dell’impianto. Tutto per evitare la contaminazione dell’attrezzatura nella parte dell’acqua che è stata depurata. Per questo motivo, da qui consigliamo l’uso dei nostri sistemi compatti, grazie al loro sistema di filtraggio. Questi filtri sono del tipo in linea, senza bicchieri contenitore. Smaltire l’intero filtro e rendere la manutenzione dell’attrezzatura pulita, molto rapida e semplice.

In questo link puoi vedere i sistemi di osmosi che configuriamo per te:  osmosi inversa.

Come puoi dedurre da questo articolo, i sistemi sopra descritti sono una parte molto importante dei sistemi che distribuiamo. Ecco perché tutto quanto sopra si basa sulla nostra esperienza e su quella dei nostri clienti, che amano l’acqua senza contaminanti biologici. Questo anche a partire da acque con grave contaminazione batteriologica.



Apri Chat
Salve 👋, posso aiutarti? 🤗